search

home < comunicazione < eventi 2012

Eventi

Eventi 2012

 

27 gennaio 2012

Presentazione del libro "Il guerriero immobile" di Claudio Sabelli

Il guerriero immobile

Roma, Venerdì 27 gennaio

ore 17.30

Libreria Il Filo, Via Basento 52/E

Presentazione del libro "Il guerriero immobile"

di Claudio Sabelli (Albatros editore)

Interverranno:

Stefania Chiucchiù moglie di Claudio Sabelli

Luca Desiato scrittore

Laura Lattuada attrice

Erminia Manfredi presidente onorario di Viva la Vita onlus

Mauro Pichezzi presidente di Viva la Vita onlus

Claudio Sabelli l'autore

Il libro è un dialogo a una sola voce con la sua grande amica Erminia Manfredi, moglie del compianto Nino, ed è un susseguirsi di lettere che intrecciano le vicende della vita di Claudio in un flusso che spesso inciampa sulla propria condizione di uomo immobile, ed è proprio in quei momenti che risulta più forte e drammatico il contrasto tra la sua vita di prima e la sua vita di oggi, la sua vita con la SLA.

Le lettere sono state scritte inseguendo con la mente due antiche chimere, da una parte l’amore, dall’altra la libertà. Erminia ne è destinataria privilegiata, a lei sono indirizzate le molte lettere d’amicizia e d’amore, a lei sono scritte le molte lettere in cui rinviene alla memoria la vita, sofferta, a tratti convulsa, di un uomo che negli anni Settanta e Ottanta è stato militante di prima linea della lotta armata, di un uomo che invece di fuggire all’estero ha scelto il carcere duro in nome dei propri affetti familiari, di un uomo che ha saputo ricostruire faticosamente la propria esistenza, ricominciandola daccapo fino a raggiungere un equilibrio fatto di pace e di serenità, bruscamente spezzato poi dalla terribile malattia che conosciamo col nome di SLA. Una vicenda, quella di Claudio, certo non esemplare ma epica e straordinariamente singolare. E nel libro non è soltanto la storia ad affascinare, ma soprattutto la forma in cui essa è narrata. Le lettere a Erminia vengono scritte nei giorni della lotta più dura contro la malattia, composte faticosamente grazie ad un comunicatore a tracciamento oculare, nella totale immobilità, mentre Claudio, ventilato e nutrito da macchine, condivide con la compagna Stefania la battaglia quotidiana contro la SLA.

Sogni e ricordi, questa la materia in cui si concretizza la scrittura di ogni lettera, memorie e speranze, incubi oscuri e aeree suggestioni musicali. I giorni della clandestinità, delle rapine e degli attentati, i giorni del carcere, dell’isolamento, i giorni dell’amore perduto e i giorni dell’amore ritrovato, infine la speranza di una nuova vita conquistata istante per istante.

Un libro di lettere che va letto con calma per ritrovare alla fine proprio ciò che il protagonista sembra aver smarrito, per avere di nuovo davanti agli occhi l’intensità della vita, in un tempo, il nostro, in cui sembra di non avere il tempo di fermarsi un istante a sentire la vita scorrere intensamente dentro di noi. Claudio ha un punto di vista straordinario e leggere le sue lettere regala al lettore il privilegio di una rivelazione: vale sempre la pena di combattere per quelli che Claudio ci ricorda essere i più alti tra i valori umani, la libertà e la dignità di ognuno di noi.

«Tra i pochi veri guerrieri a cui la guerra ripugna, Claudio racconta l’indignazione che spinge a scegliere senza alternative la tetragona resistenza alle ingiustizie – commenta Mauro Pichezzi –. La sua per me è l’immagine del partigiano che conserva bianche lettere d’amore nelle tasche sporche della propria giacca da guerra».

Per volontà dell’autore, il ricavato dalla vendita del libro verrà devoluto a Viva la Vita onlus.

Il libro si può ordinare:
direttamente dal bookstore del sito www.gruppoalbatrosilfilo.it;
in tutte le librerie online;
per le librerie: le edizioni Albatros sono distribuite da PDE.

 

--> torna indietro