search

home < comunicazione < eventi 2012

Eventi

Eventi 2012

 

5 marzo 2012

Processo ad Alfred Nobel

Processi alla Storia

dal 16/01/2012 al 21/05/2012

Roma, Auditorium Parco della Musica

Una produzione Fondazione Musica per Roma

a cura di Massimo Martinelli

con la collaborazione di Stefano Dambruoso

Professionisti del diritto di fama riconosciuta vestiranno la toga per ottenere la condanna o l'assoluzione degli imputati, personaggi simbolo della storia e della letteratura. La terza stagione di Processi alla Storia, a cura di Massimo Martinelli con la collaborazione di Stefano Dambruoso, porterà sul palco della Sala Sinopoli nuovi duelli dialettici che vedranno l'Avvocato Difensore e il Pubblico Ministero difendere o accusare un sentimento, una virtù, un vizio che caratterizzarono la vita dei protagonisti di ogni singolo appuntamento. Quest'anno sul banco degli imputati saliranno il Edipo figlio di Giocasta e di Laio, re di Tebe, il padre della psicanalisi Sigmund Freud, la mamma di Alessandro Manzoni Giulia Beccaria, Alfred Nobel, inventore della dinamite che destinò la sua fortuna terrena all'istituzione del celebre premio per ottenere il perdono della sua coscienza, Charlotte Corday, la donna che diventò famosa per aver ucciso Jean Paul Marat; e l'Imperatore Tiberio, politico abile e attento. I protagonisti saranno, come nelle precedenti edizioni, avvocati, magistrati, uomini della politica e del diritto. Un'occasione per far rivivere avvenimenti storici e fornirne al pubblico una chiave di lettura diversa. Il pubblico, ascoltate le argomentazioni all'impronta delle parti, sarà protagonista attivo dell'evento con la delicata decisione di fissare il verdetto di assoluzione o di condanna.

Dal Processo ad Alfred Nobel, la Fondazione Musica per Roma ha deciso di coinvolgere Viva la Vita onlus per un momento di sensibilizzazione.

 

Alfred Nobel

Filippo Berselli Presidente della Corte

Chicco Testa Imputato

Italo Ormanni Pubblico Ministero

Ettore Randazzo Avvocato difensore

Sabrina Scampini Berta von Suttner

Il dibattimento consentirà di affrontare il tema delicato della guerra, mettendo in discussione una figura il cui nome evoca soltanto immagini di pace e di cultura: Alfred Nobel, l'uomo che ha destinato la sua fortuna terrena all'istituzione del celebre premio per ottenere il perdono della sua coscienza. Aveva scoperto e brevettato il più micidiale strumento che oggi è in mano ai terroristi: la dinamite. Ma quando capì la portata della sua invenzione, era troppo tardi. Nel ruolo di Presidente della Corte Filippo Berselli, avvocato e senatore, presidente della commissione Giustizia del Senato; Ettore Randazzo, avvocato ed ex presidente delle Camere Penali, rivestirà il ruolo dell’avvocato difensore; Chicco Testa, manager, vestirà i panni dell'imputato e Italo Ormanni magistrato, ex capo della direzione distrettuale antimafia di Roma e poi direttore generale al Ministero della Giustizia, interpreterà il pubblico ministero.

 

--> torna indietro