search

home < testimonianze < il braccio della vita

Il Braccio della Vita di Claudio Sabelli

Rubrica personale di Claudio Sabelli

La speranza ha due figli: lo sdegno e il coraggio (S. Agostino)

Poter disporre di un comunicatore e di questo spazio fa di me un malato fortunato.

Penso a coloro che sono costretti al silenzio forzato, abbandonati da chi ha il preciso dovere di assisterli.

Senza nessuna presunzione è mio desiderio dare voce a chi ancora non ce l'ha. Per denunciare quando serve, per pensare ciò che serve. Come in una filastrocca narrerò i pensieri che mi balenano come lampi nella mente, i desideri ingenui e la rabbia più dura. Nient'altro che la realtà che vive un malato di SLA ancora costretto a vagare tra i labirinti della burocrazia, delle istituzioni sanitarie che manifestano lacune profonde e di una politica sempre più distante dai gravi problemi dei singoli e insensibile davanti alle sofferenze di migliaia di famiglie. La mia esperienza di malato è a disposizione di tutti per rendere meno faticoso questo cammino che rimane di speranza.

 

 

07/01/10 La classe politica imbelle

05/10/09 L'assistenza ai malati di SLA

14/07/09 La pratica dell'empatia contro la cancellazione dell'altro

07/07/09 Trent'anni di battaglie civili

21/04/09 Il corpo non è dello Stato

08/02/09 È scesa la notte

04/11/08 Paura e coraggio

25/09/08 Lettera a Piero Marrazzo

20/08/08 L'amicizia come arma contro ogni malattia

 

--> torna indietro